Scalfareide #30, di Rocco Albanese

Giorni fastidiosi, grigi gelatinosi. [capita, alle volte, anche a me, che l’incognita imponga più il silenzio, che non un adrenalinico sorriso] Dopo aver studiato qualche ora – da qualche tempo studio più di qualche ora, meno legato come sono all’ufficio; e ne vado ben contento – la raggiungo sotto la pioggia. A piedi, un passo dopo l’altro … Continua a leggere

Scalfareide #29, di Rocco Albanese

Freddo rigido ed austero. Freddo straniero e pure così familiare. Oggi la Signora della Scala mi da appuntamento a Strasburgo, in terra europea. Il centre-ville è un piccolo gioiello antico e spigoloso: bellezza alsaziana, non francese ma neanche tedesca. A due passi all’infuori del centro, invece, lo sguardo deve far fronte al timore reverenziale che … Continua a leggere

Scalfareide #28, di Rocco Albanese

“(…) è in arrivo con un ritardo di 25 minuti, ci scusiamo per il disagio (…) partirà dal binario 14, diversamente da quanto annunciato.” Faccio spallucce, per il ritardo e anche per il cambiamento di binario. E mi incammino verso il treno che mi riporterà – spero non troppo stancamente – verso il nord. Certo, è un … Continua a leggere

Scalfareide #27, di Rocco Albanese

  I giorni di Natale. Che non significano, non più, alberi, presenti e luminarie. Significano, piuttosto, richiamo fisico al mare, all’eremo, ai visi: la festa risiede nella profondità dell’origine. Mentre rimugino in modo confuso su questi ed altri radicamenti, traverso passeggiando le viuzze del centro e così mi appare, lasciata alle spalle un’altra svolta, la Piazza Grande … Continua a leggere

Scalfareide #23, di Rocco Albanese

C’è un bar che fa angolo e per questa settimana è ancora possibile sedersi ad un tavolino all’esterno. Novembre cresce e spoglia la vista delle città e della natura: anche le gradazioni di colore dell’autunno stanno lasciando il posto ai rami ossuti ed all’ambivalenza di luci livide. Oggi la Signora mi ha dato appuntamento a … Continua a leggere

Scalfareide #22, di Rocco Albanese

La Signora della Scala deve aver immaginato che l’umidità grigiolina dell’autunno e le giornate fredde non sono propriamente l’ideale per il mio corpo e la mia testa. Sarà per ciò che con garbo discreto mi ha dato appuntamento a Marina di Ragusa. Ci sono quasi trenta gradi in questa estremità brulla e abbronzata di Sicilia. … Continua a leggere

Scalfareide #21, di Rocco Albanese

La mattinata a Bussoleno non è soltanto soleggiata – strano autunno, questo autunno – ma anche insolitamente calma. Eppure sono in Valle di Susa, zona d’Italia frequentata da terroristi ed eversori secondo i più. Tant’è: cammino per un vicolo e incontro una scacchiera gigante, immaginata per giocare insieme e pubblicamente. Mi faccio indicare la via … Continua a leggere

Scalfareide #19, di Rocco Albanese

Scendo sorridendo dalla corriera che corre sulla via Ferrarese, la fermata è proprio quella di Osteria del Gallo. La porta di casa è socchiusa ed entro: entro in casa della Signora. Siamo a Bologna, ma fuori Bologna: ad una distanza confortevole dalle contraddittorie convulsioni del centro urbano. Si tratta di un luogo silenzioso, animato densamente … Continua a leggere

Scalfareide #17, di Rocco Albanese

Dunque Pisa, nuovamente. L’appuntamento della Signora della Scala era prevedibile, a ben pensarci: e infatti ci penso sorridendo, un po’ trasognato, mentre attraverso piazza dei Cavalieri per raggiungere – guarda caso – il caffè dei Cavalieri. Un bel baretto a due passi dal luogo che da sempre è simbolo della città universitaria, e che da … Continua a leggere

SCALFAREIDE #14, DI ROCCO ALBANESE

Questa settimana la domenica è il primo settembre. Domani per tantissimi ricomincia il teatrino della vita urbana e lavorativa: una tragicommedia che può trascinarsi stanca o essere gratificante, nutrire o essere alienante. Ma domani. Oggi è l’ultima domenica estiva, e Bologna è assolata ed assonnata, ancora a tarda mattinata. Bologna: questa città è stata – più … Continua a leggere