Scalfareide #27, di Rocco Albanese

  I giorni di Natale. Che non significano, non più, alberi, presenti e luminarie. Significano, piuttosto, richiamo fisico al mare, all’eremo, ai visi: la festa risiede nella profondità dell’origine. Mentre rimugino in modo confuso su questi ed altri radicamenti, traverso passeggiando le viuzze del centro e così mi appare, lasciata alle spalle un’altra svolta, la Piazza Grande … Continua a leggere