Scalfareide #24, di Rocco Albanese

Sono emozionato mentre risalgo le scalette di Parc de Belleville. La settimana scorsa non ci eravamo incontrati, ed oggi la Signora della Scala, per la prima volta, mi porta all’estero: forse per recuperare in intensità quanto avevamo perduto in tempo. Parigi è fatta di monumentalità e dei suoi angoletti nascosti e meravigliosi. Tante sono le … Continua a leggere

Munch e Marguerite Duras, di Daniela Costanzo

Il mare, sconfinato, semplicemente incomparabile

Nodo: Fiducia, di Attilio Meliadò

(investimento a rischio del sé )   La libertà dell’altro, la vasta e imprevedibile gamma del suo agire è il fattore di massima complessità nelle relazioni intersoggettive. Se dovessimo considerare, misurare, prevedere come realmente possibile qualsiasi comportamento dell’altro, un’angoscia indeterminata, un panico paralizzante ci assalirebbero: nessun individuo sarebbe in grado di sopportare un confronto così … Continua a leggere

Scalfareide #23, di Rocco Albanese

C’è un bar che fa angolo e per questa settimana è ancora possibile sedersi ad un tavolino all’esterno. Novembre cresce e spoglia la vista delle città e della natura: anche le gradazioni di colore dell’autunno stanno lasciando il posto ai rami ossuti ed all’ambivalenza di luci livide. Oggi la Signora mi ha dato appuntamento a … Continua a leggere

Éluard e Coigny, di Daniela Costanzo

Fiducia di cristallo tra due specchi ti si perdono gli occhi nella notte per unire desiderio e risveglio.

Scalfareide #22, di Rocco Albanese

La Signora della Scala deve aver immaginato che l’umidità grigiolina dell’autunno e le giornate fredde non sono propriamente l’ideale per il mio corpo e la mia testa. Sarà per ciò che con garbo discreto mi ha dato appuntamento a Marina di Ragusa. Ci sono quasi trenta gradi in questa estremità brulla e abbronzata di Sicilia. … Continua a leggere

Whitman e Spilliaert, di Daniela Costanzo

In qualche posto mi sono fermato e t’attendo