SCALFAREIDE #5, DI ROCCO ALBANESE

Ferrara è una città elegante che spira eternità. Se affermarlo non fosse un’irreale illusione, si potrebbe dire che il centro vive quasi sonnacchioso della sua equilibrata bellezza. La Signora della Scala, questa settimana, mi da appuntamento in una piazzetta incastonata tra il Castello e via Garibaldi, tranquilla, con gli alberelli e le panchine e quei … Continua a leggere

Magritte e Baudelaire, di Daniela Costanzo

…bonaccia, grande specchio ove scorgo la mia disperazione!  

Nodi : Nomos, di Attilio Meliadò

            (Diritto  al Caos) La scomparsa di Chaos è il segno dell’apparizione del Nomos: al vuoto, all’abisso senza fondo di Chaos oppone la sua resistenza Nomos, la legge dell’Ordine e, col Nomos, sporta sempre sull’orlo del Chaos, nasce l’umanità, la relazione intersoggettiva. Nasce, come dire, la Politica che il diritto organizza ed esprime. Il Nomos, … Continua a leggere

SCALFAREIDE #4, DI ROCCO ALBANESE

L’Artista che ospita la Signora della Scala consiglia spesso un baretto alle porte dell’Arsenale, a Venezia. Un baretto che, quando l’Arsenale non è sede di eventi o esposizioni, è bello e appartato, con i tavolini fuori guardati a vista dai Leoni che presidiano l’ingresso dell’Arsenale stesso. Ci troviamo a Venezia, dunque. Città eterna e sospesa, … Continua a leggere

Rossetti e Jodorowsky, di Daniela Costanzo

là dove sono ombra non smetti di apparire […] ciò che ricordo di me è quello che sei.

Identità perdute : il rifugio, di Massimo Arnone

“Tu, qualunque ora il dio ti abbia dato felice, prendila con mano riconoscente e non rimandare da un anno all’altro le dolcezze della vita. Sicché, in qualunque luogo tu sia stato, tu possa dire di aver vissuto soddisfatto: perché sono la ragione e la saggezza, non il luogo che per largo tratto domina la distesa … Continua a leggere

SCALFAREIDE #3, DI ROCCO ALBANESE

L’estate, in fondo, comincia con la sua violenza calda e generativa. A Punta Faro, località Ganzirri, città di Messina, un chiosco si affaccia sulle pietruzze della spiaggia e sulla bellezza immensa e nostalgica dello Stretto di Omero. E’ qui, sulle rive di casa, che la Signora mi attende: il profumo della salsedine sospinge la memoria ed un … Continua a leggere

Michelangelo e Pessoa, di Daniela Costanzo

  ha intessuto la sua luce con le tenebre dell’immortalità.

Scalfareide #2, di Rocco Albanese

Avete presente quel baretto al porto di Genova? Quel baretto che non ha deciso definitivamente della propria natura, dell’essere più squallido o più pacchiano? Ecco, la Signora mi attende là: legge e guarda i caroselli pazzi dei gabbiani di porto, eccitati da nuvole che arrivano portando pioggia. D’altra parte, del fatto che i temporali investano … Continua a leggere

Klimt ed Emily Brontë, di Daniela Costanzo

Verrò quando la verità del cuore dominerà intera, non obliqua