Quattro fratelli, di Paolo Di Saverio

Chiudo gli occhi. Ne dischiudo altri. E mi guardo le mani, per rendermi capace. Passo il palmo destro sul sintetico marrone che mi avvolge le gambe, non lo sento quasi più. Uno sguardo al cielo. Banale che potrebbe essere quello di altri sguardi. *** Decido. Mi concentro sui loro passi, di quei treni in carne … Continua a leggere

Nodi: potere, di Attilio Meliadò

(dell’invisibile dominio del non-agire: la cifra cinese) La forma più radicale ed estrema di Potere, la sua tirannia più riuscita è data nella soggezione spontanea nei suoi confronti, in quella cosiddetta “servitù volontaria” che iscrive nella libertà individuale l’origine degli stessi comportamenti eterodiretti: qui la trascendenza del potere si fa pura immanenza di vita, la … Continua a leggere

Vittoria, leggendo Meister Eckhart