Nodi: Umiltà, di Attilio Meliadò

UMILTÀ  (Virtù del dubbio) A ben riflettere, l’Umiltà sarebbe l’unica virtù che, per esser tale, dovrebbe dubitare di se stessa: virtù del dubbio. Se “virtù” è propriamente un valore (virtus etim. significa virilità, forza, quanto cioè adorna e nobilita l’uomo), chi si vantasse della propria umiltà mostrerebbe soltanto che gli difetta. Appunto si dice che … Continua a leggere

Roma nascosta: AC-DC

L’altro giorno, portando un gruppo di turisti in visita al Colosseo, un signore mi chiede: A signorí, ma questo muro è dopo Cristo o anti Cristo? Stefania Faro – Lighthousetravel.it

Daisy

Lo sa che dovrebbe studiare ma la invita assai il margine bianco tra il paragrafo duepuntouno e la linea dove affonda la pagina ventuno per riemergere molto più in là pagina sessanta. Comincia con le scarpe con tacco e punta tonda – come sempre; risale le gambe un po’ forti e bianche e s’arresta sulle … Continua a leggere

Lettera ritrovata, di Nuccio Labate

Lettera ritrovata  questo fine settimana da delia, nella buca della posta: Signora, questa lettera è per i colpevoli, di mario, che non so come raggiungere altrimenti: caro luca, anche a me piacerebbe sapere cucinare, e capisco perché senti il laccio forte tra la tua vecchia passione comunista e la nuova passione per la cucina ─ … Continua a leggere

Nodi: Tolleranza, di Attilio Meliadò

TOLLERANZA (Virtù dell’attesa) La Tolleranza è una virtù imbarazzante, fin dalle sue radici etimologiche. Per definizione, è rispetto delle altrui diversità, il lasciar-essere della Libertà. Eppure tale Libertà sembra aver ancorata la sua esistenza al punto limite di un “dolore” che, non più sostenibile, reclama il suo toglimento. E si può ben capire. Tollerare è, … Continua a leggere

Thirty Seconds, di Daniela Costanzo

«Allora dimmelo tu cosa vuoi che faccia.» Questa frase l’aveva pronunciata con un filo di voce che si era dissolto lì intorno – chissà dove – spazzato via dal movimento improvviso delle spalle, del collo. Quel tanto che le bastava per sentire il tono di tenace mestizia, quasi di ostinata rassegnazione o calcolato fatalismo piuttosto, … Continua a leggere

Traccia 5

Prima di scrivere il tuo testo per Signora, puoi trarre ispirazione, se vuoi, dalle tracce che trovi sul blog. Questa è la quinta traccia che pubblichiamo. (Per vedere le altre tracce, clicca qui). Traccia: 5 Categoria traccia: Immagine Foto di: Serena Facioni

Nodi: Inizio, di Attilio Meliadò

INIZIO    (il già da sempre) Si sa che festeggiare l’anniversario del primo incontro è uno dei vezzi cui gli innamorati non sanno assolutamente  rinunciare. È il modo con cui rinnovano nel tempo il giorno del sorgere della loro felicità. Eppure se dovessimo fissare precisamente tale Inizio dove esso dovrebbe precisamente collocarsi? Nella data romantica del … Continua a leggere

’Round, ’Round, Mr. Monk

«I don’t mean a thing if it ain’t got thatSwing.» Duke Ellington “Le mie mani sudano swing” si chiese senza cura prima di asciugarsi. Israel cercò poi lo specchio perché il papillon fosse adatto. Dall’alto dei suoi centonovanta neri centimetri la farfalla al petrolio era intimorita. Si avvicinò al bancone con incognita determinazione e le … Continua a leggere

Nodi: presentazione, di Attilio Meliadò

Annodazioni Si tenta sempre di scioglierli, credendo fiduciosamente che il percorso si liberi, che la trappola sleghi i punti di fuga, ma inevitabilmente ci si impiglia in un altro poco distante. Poi si pensa che sarebbe meglio non stuzzicarli, lasciarli sì come sono, avviluppati in se stessi, quasi che essi non ci ri-guardino. Allora coltiviamo … Continua a leggere